• +39 338 509 6839
  • info@fablabcuneo.it

Archivio degli autori

FabLab Cuneo porta… l’innovazione alla 450^ edizione della Fiera Fredda di Borgo San Dalmazzo

Prevista la realizzazione di una “lumaca gigante” che sarà collocata su una rotatoria cittadina

FabLab Cuneo, laboratorio di fabbricazione digitale “incubato” da Confartigianato Imprese Cuneo e aderente al circuito ufficiale della prestigiosa università MIT di Boston, si prepara a portare un pizzico di “innovazione” nell’ambito della prossima edizione della Fiera Fredda di Borgo San Dalmazzo.

Nella rinomata rassegna borgarina, in programma per i prossimi 4-8 dicembre, il laboratorio di “makers” è stato coinvolto dall’Ente Fiera Fredda e dal Comune di Borgo San Dalmazzo per celebrare i 450 anni della manifestazione.

E così, coniugando saperi artigiani ai più moderni processi produttivi, il FabLab Cuneo ideerà, progetterà e realizzerà una “lumaca gigante” che sarà poi collocata su una rotatoria di Borgo San Dalmazzo.

Già durante la conferenza stampa di presentazione della Fiera, svoltasi lo scorso 4 novembre presso lo Spazio Incontri della Fondazione CRC, si è avuto un “assaggio” del progetto, con la consegna di una piccola scultura realizzata con plexiglas tagliato al laser da parte del FabLab alle autorità presenti.

«Siamo onorati – commentano Alessandro Marcon e Gabriele Aranzulla, rispettivamente presidente e vicepresidente di FabLab Cuneo – di poter apportare il nostro contributo nel festeggiare questa storica edizione della Fiera. Troviamo significativo il connubio di una manifestazione che affonda le sue origini nelle più lontane tradizioni del nostro territorio con un oggetto che scaturisce dalle nuove possibilità offerte dalla tecnologia e dall’innovazione. Il “fil-rouge” che unisce questi due tratti è certamente la passione per il lavoro che contraddistingue tutti gli artigiani di ieri, di oggi e… di domani!».

«Confartigianato – aggiunge Giorgio Felici, vicepresidente territoriale vicario di Confartigianato Cuneo, intervenuto durante la conferenza stampa – da sempre guarda all’innovazione con attenzione e impegno, consapevole che sono proprio le piccole e medie imprese artigiane le realtà più adatte ad accogliere le sfide del futuro sfruttando le potenzialità offerte dai nuovi strumenti tecnologici e digitali. È, questo, un tratto distintivo del nostro comparto, evidenza di quel “Valore Artigiano” che porta le nostre imprese ad eccellere in tutto il mondo».

«Giunti alla 450^ edizione della rassegna – conclude Orazio Puleio, presidente dell’Ente Fiera Fredda – ci sembrava opportuno celebrare l’importante anniversario mettendo in risalto la “vocazione” che da sempre caratterizza la nostra manifestazione: un forte spirito di crescita e di sguardo al futuro. Un modo per comunicare alle nuove generazioni e, parimenti, lasciare “traccia” della nostra realtà sul territorio».

Paolo Riba

Al via “FabLab Kids”, laboratori tecnologici per bambini organizzati da Confartigianato Cuneo e FabLab Cuneo

I corsi saranno presentati il prossimo 16 settembre a Cuneo

Laboratori per imparare a pensare e sperimentare in maniera collaborativa e a ragionare in modo sistematico, comprendendo i rapporti di causa effetto e sviluppando il pensiero logico.

Questo lo “spirito” dei “FabLab Kids”, laboratori tecnologici per bambini organizzati da Confartigianato Cuneo e FabLab Cuneo (il laboratorio di fabbricazione digitale “incubato” dall’Associazione e facente parte della più ampia rete mondiale dei FabLab, aderente al circuito ufficiale della prestigiosa università MIT di Boston).

«Negli ultimi anni – spiega Alessandro Marcon, referente di FabLab Cuneo – stiamo assistendo a una vera e propria rivoluzione nel mondo dell’educazione scientifica e dello storytelling educativo. Per identificarla viene spesso usato l’acronimo inglese STEAM (Science, Technology, Engineering, Art e Math). Le attività di “FabLab Kids” potranno consistere nel semplice assemblaggio ma anche nella progettazione e realizzazione di un piccolo oggetto. I bambini, come piccoli artigiani, possono immaginare e al tempo stesso vedere realizzati oggetti altamente personalizzati oppure di crearne di nuovi attraverso la tecnologia digitale. Possono così seguire per intero il percorso che conduce l’idea a trasformarsi in un manufatto».

Le attività sono pensate per i bambini e ragazzi dai 6 ai 18 anni per imparare sperimentando, grazie alla tecnologia e agli strumenti della fabbricazione digitale. Un’officina di creatività per avvicinare bambini e giovani ai temi della “condivisione dei saperi” (Open Source), della “fabbricazione digitale” (digital fabrication), del “far da sé” (DIY, Do It Youself), dell’autoproduzione e della personalizzazione, con attività studiate ad hoc.

Durante il percorso i bambini, in piena sicurezza, impareranno:

  • ad usare i software di disegno 3D per generare oggetti sia per il lasercut (taglio laser) sia per la stampante 3D;
  • a scoprire come funzionano i componenti di un circuito, fino a creare giochi interattivi e sistemi elettrici più complessi,
  • a utilizzare moduli elettronici, sensori e pulsanti per costruire circuiti e dispositivi di varia natura;
  • a conoscere il “coding”, la “programmazione dei computer”, che è ogni giorno sempre più essenziale anche per professioni non necessariamente “informatiche”.
  • ad esprimere la loro creatività e a creare oggetti che poi porteranno a casa.

 

La presentazione dei corsi si terrà lunedì 16 settembre, alle ore 20.30, presso il FabLab Cuneo (via XXVIII Aprile 22, Cuneo).
Per informazioni su modalità svolgimento ed iscrizione rivolgersi a: segreteria@fablabcuneo.it – cell: 338.5096839. Sito web: www.fablabcuneo.it.

Scarica la Cartolina

Paolo Riba